Build a school in the cloud

mercoledì 21 febbraio 2018

Sessione sulla realtà al Maria Luigia

La sessione di oggi con la III B della scuola media Maria Luigia, ha trattato, come in altri contesti in passato, il modo in cui leggiamo la realtà.
Come in passato, dopo la visione di due brevi filmati di illusioni ottiche, la domanda è stata: " Siamo sicuri che quello che osserviamo/vediamo è la realtà.
Per questa classe era in assoluto la prima volta che sperimentavano SOLE ed ancora si è avuto la conferma della validità del progetto: in 35 minuti i gruppi sono arrivati a prendere in considerazione la ricostruzione che del reale fa il nostro cervello, le possibilità che in ogni momento ci si inganni nel valutare le situazioni ed anche la capacità che il nostro cervello ha di ricostruire ciò che vediamo secondo parametri dati dalle nostre esperienze passate.
Un'ottima sessione
Fra l'altro, essendo durante l'ora di inglese, tutte le risposte sono state date, anche se tramite concetti chiave, in lingua
Riccardo Lodi




I liceo scientifico Maria Luigia

Ieri, con la I liceo scientifico della scuola Maria Luigia di parma abbiamo sperimentato una sessione oserei dire temeraria... Dopo la visione di questo video la domanda che è stata fatta è stata: "Siamo sicuri di sapere cosa è il male?

Nel video ci sono moltissimi argomenti duri da trattare ma abbiamo ritenuto giusto far vedere uno dei fatti di cui più si è parlato in senso negativo negli anni (il riferimento era all'ultima strage in una scuola USA con la morte di 17 persone pochi giorni fa), da una prospettiva diversa.
L'interesse è stato vivo ed anche le risposte sono state profonde e, in alcuni casi sorprese dall'aver compreso che fatti di questo genere non cominciano e terminano nel momento della strage ma hanno un lungo prima ed un lungo dopo.
Riccardo Lodi

sabato 17 febbraio 2018

Sessione scratch

Ieri sera si è tenuta la prima sessione dedicata in modo specifico al linguaggio computazionale.
Non si è trattato di una vera e propria sessione S.O.L.E. ma del desiderio di far conoscere seriamente ai bambini i supporti che utilizzano per la ricerca.

Per questa sessione, e le altre che seguiranno sull'argomento, dobbiamo ringraziare Emanuele Panizziche, molto gentilmente si è collegato dal suo studio presso l'Università la Sapienza di Roma da dove ha condotto per mano i bambini nell'apprendere i rudimenti della programmazione.

Dobbiamo anche ringraziare Comeser che si è prestata ad aumentare la banda a nostra disposizione per l'occasione trovandosi ancora una volta al nostro fianco nel cercare di stimolare i bambini all'apprendimento innovativo.
Riccardo Lodi




mercoledì 14 febbraio 2018

II sessione III media Maria Luigia

Oggi si è tenuta la seconda sessione con la III A della scuola media Maria Luigia.
Trattandosi di una serie di sessioni fatte con le insegnanti di inglese, la grande domanda è stata posta in lingua ed era:

"How is lenguage used to manipulate us?"

Domanda davvero impegnativa. Per questi ragazzi era la prima esperienza quindi gli si è dato più tempo e l'introduzione è servita anche per spiegare le modalità del metodo.
A differenza di quanto accade con chi ha esperienza, abbiamo girato fra i gruppi per aiutare nella ricerca (più che altro per consigliare i dizionari on line quando non capivano il senso di qualche parola).

I risultati sono stati buoni, si è parlato dell'uso della manipolazione nella storia, dei metodi usati per manipolare gli individui, si sono descritti alcuni di quei metodi quali, per esempio la distrazione utilizzata per distogliere l'attenzione da problemi che non si vuole far osservare.

L'ultima mezz'ora è stata dedicata a condividere con Kitty, la granny cloud di SOLE Italia in questo periodo sfruttata abbondantemente, i concetti chiave delle ricerche fatte, chiaramente in inglese.

I ragazzi sono rimasti contenti e stimolati dalla possibilità data loro di gestire la ricerca, i risultati e il gruppo e, cosa più importante, dalla possibilità di usare autonomamente le loro teste




Terza sessione Fra Salimbene

ieri si è tenuta la terza sessione con la II B della scuola Media Fra Salimbene.
L'insegnante di appoggio era quella di matematica e scienze ed allora la domanda posta è stata mooolto grande e stimolante:

"Cos'è la luce?"

Rispetto alle due sessioni precedenti, i ragazzi hanno dimostrato di cercare con più accuratezza i link, non si sono fermati ai primi risultati e, questo vale per alcuni gruppi, hanno approfondito temi non strettamente legati alla domanda dopo aver risposto alla stessa.

Alcuni gruppi hanno approfondito la luce in quanto onda elettromagnetica, hanno fatto ricerche sullo spettro visibile ed invisibile e sull'uso dei prismi.

Un paio di gruppi sono arrivati a comprendere la luce sia come onda elettromagnetica che come insieme di particelle: i fotoni.

In questa sessione, per la prima volta si sono serviti anche di video dedicati e sono riusciti, meglio delle volte precedenti, a condividere pubblicamente i frutti della loro ricerca.





lunedì 12 febbraio 2018

Chimica

Venerdì la nostra sessione è stata dedicata alla chimica.
Abbiamo avuto la fortuna di avere come ospite un'esperta della materia che ha fatto fare alcuni esperimenti ai bambini.
La sessione è stata diversa dal solito: nessuna grande domande ma è stata data ai partecipanti la possibilità di "sporcarsi le mani" cercando 1) di dividere i colori che compongono il nero dei pennarelli (ed anche di constatare che non tutti i neri sono uguali) e
2) di toccare con mano cosa sono e cosa fanno mischiati insieme elementi basici ed acidi.

Probabilmente dedicheremo una prossima sessione a fare una grande domanda che riguardi gli esperimenti fatti venerdì

In ogni caso direi che i bambini sono stati molto interessati (la cosa più importante...direi) ed hanno chiesto alla nostra ospite di tornare per altri esperimenti
Riccardo Lodi



mercoledì 7 febbraio 2018

Sessione sulla Paura alla Fra Salimbene

Lunedì 5/02/18, si è tenuta la seconda sessione della classe II B della scuola media Fra Salimbene.

L'argomento era particolarmente ostico per ragazzi che hanno appena cominciato questo percorso di scoperta perché la domanda era davvero aperta:

Che cos'è la paura?

Dopo i canonici 35 minuti di lavoro, i risultati hanno spaziato dall'analisi delle origini ancestrali della paura nell'uomo, alle considerazioni sulla componente biologica di questa emozione, passando per gli aspetti che contraddistinguono la paura nei comportamenti quotidiani delle persone.

C'è ancora da lavorare sull'approfondimento delle fonti ma è nell'ordine delle cose che serva esperienza per arrivare ad approfondire la ricerca anche senza l'assillo del tempo e la paura di un possibile errore giudicato con canoni classici.



III C medie inferiori Maria Luigia

Oggi sessione pomeridiana con la III C della scuola media Maria Luigia di Parma.
Sono tornato a far vedere (come successo ai ragazzi del doposcuola), due brevi filmati di illusioni ottiche per poi domandare:
Come facciamo a sapere che quello che vediamo/osserviamo è realtà?

Ho voluto ripetere la sessione fatta con i bambini più piccoli per vedere i differenti approcci con i quali arrivavano gli uni e gli altri alle risposte.
In questo caso quasi tutti i gruppi ci hanno sorpreso per la profondità delle ricerche che sono andate a toccare i meccanismi cerebrali, i pregiudizi con i quali osserviamo gli avvenimenti e le differenti situazioni che ci portano a leggere gli stessi fatti in modo diverso.

Inoltre, essendo la lezione di inglese, i ragazzi hanno presentato i concetti chiave anche in inglese e li hanno raccontati a Kitty che, come sempre gentilissima, si è collegata per noi dal Kansas.
Riccardo Lodi


I ragazzi, pur avendo avuto esperienze di sessioni SOLE lo scorso anno, hanno apprezzato la possibilità che gli è stata data, parole di una studentessa, di pensare...

sabato 3 febbraio 2018

Sessione con Kitty

Ieri sera la sessione è stata interamente dedicata al video incontro con la nostra Granny cloud Kitty.

Abbiamo deciso insieme di far vedere ed ascoltare ai bambini una canzone americana piena di nonsense per cercare insieme di capirne il testo ma anche l'assurdità di parole messe insieme apposta per creare i nonsense.

Alla fine i bambini hanno fatto due chiacchiere con Kitty (che era collegata da un Mcdonald e quindi abbiamo parlato di quello che mangia lei a pranzo e delle differenze con il nostro pranzo) ed abbiamo imparato parole nuove in inglese anche cantando...

Sessione istruttivamente divertente

Riccardo Lodi

Sessione S.O.L.E. II media Fra Salimbene

Giovedì 1/2/18, si è tenuta la prima di una serie di 10 sessioni che svolgeremo insieme ad una classe II media della scuola Fra Salimbene.

Pur essendo alla prima esperienza abbiamo posto ai ragazzi non una ma 2 domande: "Dove si generano le emozioni?" e "Perchè in momenti diversi ci sentiamo diversamente?"

Perchè due domande? Perchè la prima porta ad una risposta non aperta ma, tendenzialmente univoca e che porta ad un confronto fra i membri dei gruppi rapido e facile.
La seconda è assolutamente una domanda aperta ed interpretabile ragion per cui le dinamiche interpersonali di confronto sono messe alla prova insieme alla capacità di trovare risposte sensate.

Essendo la prima esperienza non si domandava una ricerca approfondita (i ragazzi vanno piano piano guidati attraverso il mare magnum dei link) ma i risultati sono stati apprezzabili ed il lavoro è stato portato avanti con un buon metodo (teniamo sempre conto che si organizzano da soli).
Riguardo la seconda domanda, le risposte si possono dividere in due ambiti: quelli che hanno concentrato l'attenzione sui meccanismi cerebrali e quelli che hanno riflettuto sui meccanismi psicologici.